HELLO KITTY CAT!

Luca non perde tempo e a Novembre è nuovamente in Thailandia. Questa volta decide di prendersi una pausa dai predatori autoctoni e non che “infestano” le acque locali, per insidiare uno dei pesci d’acqua dolce più combattivi e possenti in assoluto: il Giant Mekong Catfish.

La sessione si svolgerà in due giorni al famoso Bungsamran Lake, un vasto invaso sito alla periferia di Bangkok; il Mekong Catfish è praticamente estinto nei suoi luoghi d’origine, il bacino del fiume Mekong, a causa dei numerosi sbarramenti idroelettrici che nella parte cinese di questo fiume ne impediscono le migrazioni annuali legate al ciclo riproduttivo.

Nonostante si stia pescando in una fishery riuscire ad incannare un esemplare da trofeo e soprattutto portarlo a guadino non è per nulla cosa semplice, l’abilità delle guide per far entrare i pesci di taglia in pastura e del pescatore per evitare rotture, sono quindi fondamentali per il successo della battuta di pesca.

Il primo giorno la pesca inizia intorno alle nove del mattino e dopo una buona pasturazione, montando una lenza tradizionale, le catture non si fanno attendere e numerosi Mekong vengono catturati. A fine giornata Luca ne conterà circa 25, i più belli tra i 25 e i 30 kg di peso, con qualche pesce perso in ferrata e qualche rottura tra i pali del pontile. I Mekong più grossi e scaltri infatti, spesso si infilano tra i pali del lungo pontile che circonda il perimetro del lago, causando l’inevitabile rottura della lenza.

Il secondo giorno Luca e le guide decidono di pescare a profondità maggiori in una zona del lago dove si  raggruppano enormi Carpe Siamesi, un altro pesce autoctono molto raro in natura e che per dimensioni  rivaleggia con il Mekong Catfish. Purtroppo le carpe non sono attive e in tutta la mattinata Luca se la vedrà “solo” con tre Mekong di piccole dimensioni, un pesce perso sotto il pontile e alla fine il pesce gatto più grosso della sessione, un Mekong del peso stimato di 40 kg in perfetta salute!!!

Il pomeriggio ritornando ad una pesca meno selettiva saranno catturati ancora una dozzina di Mekong Catfish, fino al tramonto.

Soddisfatto ed esausto, impressionato per la forza di questi pesci (Luca ha alle spalle anni di esperienza in salt water), Luca raggiunge l’hotel non molto distante dal lago pronto per una nuova avventura l’indomani.

Lo staff di pescareinsiam ringrazia Luca per il suo contributo, alla prossima!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...